Gli oracoli

Dall'antica grecia fino ad oggi

Gli oracoli affondano le loro origini nell'antica tradizione greca romana.

I popoli infatti erano soliti consultare l'oracolo per ottenere predizioni sul futuro, per capire come affrontare la vita e le questioni difficili. I sacerdoti facevano da tramite tra gli dei e l'uomo e l'oracolo era il risultato di questo contatto.

Ad esempio prima di una guerra importante, era usanza andare da un sacerdote per conoscerne gli esiti e prepararsi così ad ogni evenienza. Oggi il nostro modo di consultare gli oracoli è decisamente cambiato, anche se il fine è rimasto lo stesso: cercare di conoscere il futuro.

Esistono davvero molti tipi a cui ricorrere e che ovviamente hanno diversi campi di azione. Infatti a seconda del tema di interesse è necessario ricorrere alla giusta tipologia.

Queste si ricollegano alle tradizioni dei paesi più diversi ed offrono un valido supporto per far fronte ai dubbi, alle incertezze e ai problemi di tutti i giorni. Tra i tanti esempi che possiamo fare, c'è sicuramente l'i Ching, oracolo di tradizione cinese.

Si tratta di un sistema basato su 64 esagrammi, formati da linee: 6 spezzate (Yin), 6 intere (Yang). Grazie ad essi è possibile ottenere risposte alle domande più disparate.

Un altro esempio significativo è rappresentato dall'oracolo dell'amore, che ovviamente si occupa delle questioni di cuore. È il più adatto quando si tratta di questioni così delicate e si vuole qualche consiglio per riuscire ad andare avanti.

Molto interessante anche l'oracolo stellare che invece abbraccia una visione molto più completa e che permette a chi riceve il consulto di scoprire molte cose su se stesso.

C'è da nominare anche l'oracolo delle rune, quello delle conchiglie, ma anche quello oracolo arabo e della oracolo della sibilla.